Mostra: 1 - 10 of 11 RISULTATI
Horror

Le grida della fame

«Prima o poi dovrai alzarti da lì» disse la voce sotto al letto. Roca, profonda, disumana. Proprio la voce che i bambini immaginano sia quella del loro mostro sotto al letto. O quello dentro all’armadio. O quello che si nasconde negli angoli bui, pronto a ghermire, attaccare, mordere, dilaniare. O semplicemente a spaventare, per poi …

Horror

Il figlio scambiato

Quando torna, trova davanti casa il marito che spacca la legna. Lui si accorge che è tornata, ma nonla saluta, né le rivolge alcun gesto, niente che faccia intendere che si è accorto di lei. Continua a spaccare la legna, sollevando l’accetta oltre la propria testa; si ferma soltanto quando è lei ad andargli vicino.«Allora? …

Horror

Wunderkammer

Eccoti. L’hai fatto di nuovo.Ogni volta prometti che sarà l’ultima; come ieri notte, ricordi?La conosco a memoria ormai, quella tua espressione. Quelle rughe sulla fronte, quel ciuffo di capelli grigi che in parte le nasconde. L’ombra nei tuoi occhi, che imita la rabbia, ma sa solo di agonia.Ti sento anche adesso. Cammini, avanti e indietro, …

Horror Weird

L’Allegro Fantasista

«E così anche oggi siamo qui, passando la nostra vita ad attendere qualcosa che sembra non arrivare mai. La vita è fatta di attese. Non lo trovi curioso?»«Mi spiace, signore, ma non posso parlare con lei».«E perché mai? Forse perché ti faccio paura?»«Veramente…»«È questa mia faccia, vero? Ti spaventa la mia faccia?»«No, signore, la sua …

Horror

L’Ombra

15 giugno 2013, da qualche parte nel mondo “Taci, non fare rumore o te ne pentirai, cazzo se te ne pentirai!” “Non volevo, giuro che non volevo. Non era mia intenzione, ho solo pensato…” “Non ti ho detto forse di tacere? Tu non pensi! Da quando cazzo TU credi di pensare anche solo qualcosa, eh?” …

Horror

Coperte

Vele di luce bianca fendevano la penombra lungo il corridoio dell’infermeria. Le voci delle bambine che giocavano in giardino tintinnavano lontane, ovattate dai balconi accostati e dalle chiome profumate dei tigli. Suor Lucia, ripercorrendo quei metri per l’ennesima volta, cercava di goderne quanto più possibile il fresco e il silenzio.  Non le dispiaceva salire i …

Horror

L’odore del sonno

Dire che soffro d’insonnia sarebbe una prognosi errata, ma è esattamente quella che mi hanno dato tutti i grandi specialisti del cazzo da cui sono andata. Come degli alberi si contano gli anni attraverso gli anelli del tronco le cartelle cliniche scandiscono la mia vita. Sono stata visitata, analizzata e diagnosticata per ventisette anni senza …

Horror

Fame

Mi piace Anna-Lou. Mi piacciono i suoi capelli che sanno di tutte le cose che ha attraversato, di strada, di pioggia, di fumo e anche del profumo degli altri. Mi piace l’odore dolciastro della sua pelle, soprattutto quando suda, adoro quei cerchi sotto le ascelle e il modo in cui cerca di nasconderli quando è …

Horror

Cosa viva

Non volevo più essere una cosa viva. Non lo volevo da quando da bambina avevo visto delle larve grasse e bianche che si contorcevano nella farina. Le cose vive sono brulicanti, sudano, pulsano, scivolano, piangono; le cose vive urlano e io non volevo essere una di loro. Desideravo essere liscia e perfetta – come uno …

Horror

La libellula e il rospo

In quella foto il nonno sembrava un rospo, così lo chiamavano i suoi commilitoni. Tarchiato, le guance cadenti, gli occhi piccoli, la calvizie incipiente. La nonna invece era bellissima e leggiadra, elegante nel tailleur alla Marlene Dietrich e la spilla a forma di libellula. Semplice bigiotteria, ma la faceva sentire una regina.Giro tra le mani …